Sformato di ricotta

Vi proponiamo un antipasto di ricotta molto semplice da preparare, ma autenticamente buono: sformatini di ricotta di pecora. Un abbinamento gustoso degli ingredienti, gusto delicato e raffinato: la cremosità della ricotta e le verdure di stagione. La preparazione è molto semplice, per cui anche i meno esperti potranno cimentarsi nella realizzazione di questa ricetta adatta ad ogni situazione: da una semplice serata in famiglia a un menù più elaborato con ospiti più esigenti. Vediamo insieme come procedere per ottenere un piatto gustoso con facilità.

INGREDIENTI (per 6 persone)

  • 4 etti di ricotta fresca di pecora
  • un tuorlo d’uovo
  • un etto di canestrato (in mancanza parmigiano reggiano)
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • noce moscata

Lavorate molto bene la ricotta e il tuorlo d’uovo con un cucchiaio di legno, fino a renderla spumosa. Conditela con sale, una grattatina di noce moscata, 60 grammi circa di canestrato grattugiato e aggiungete l’olio a filo, continuando a girare col cucchiaio. Appena il composto risulterà omogeneo, versatelo in uno stampo leggermente unto, copritelo con carta stagnola e mettetelo in forno riscaldato a 150°C. Dopo circa mezz’ora, togliete la carta e terminate la cottura, due minuti al massimo per rendere lo sformato più croccante. Servite lo sformato tagliato a cubetti, cosparso di formaggio e condito con un filo di olio extravergine di oliva. Gli sformati presenti nella cucina pugliese sono in genere preparati principalmente con verdure, quali piselli, spinaci o carote. Questa ricetta ha l’indubbio merito di fare conoscere le potenzialità inespresse della ricotta. Servito come antipasto, lo sformato di ricotta può essere preparato con alcune piccole varianti, quali l’aggiunta di basilico tritato o di scorza di limone grattugiata nell’impasto, e volendo, si può coprire con un pochino di salsa di pomodoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *