Olive fritte

Le olive fritte sono un tipico antipasto autunnale della tradizione contadina pugliese. È un piatto molto semplice e veloce da preparare. L’usanza vuole che sia cucinato con olive nere dolci della varietà “nolche”, pronte già a inizio settembre, o della varietà “amele”, che maturano, invece, a inizio ottobre. Per essere fritte, le olive devono essere ben mature e quindi presentare un colore nero-violaceo, altrimenti risulterebbero troppo amare. Ecco passo passo la ricetta da seguire.

INGREDIENTI

  • olive “nolche” o “amele” nostrane
  • olio extravergine di oliva
  • sale grosso
  • pomodorini
  • peperoncino

Lavare per bene le olive e farle sgocciolare. In una padella far scaldare l’olio extravergine di oliva, quindi versare le olive intere. Dopo una decina di minuti, a fuoco basso, avendo cura di girare ogni tanto le olive con cura per evitare che si spappolino, aggiungere i pomodorini a pezzettini e salare. Continuare la cottura per altri cinque minuti al massimo, coprendo la padella con un coperchio, sempre a fuoco basso, stando sempre attenti a girare le olive in padella con un cucchiaio di legno. Le olive fritte si possono cucinare anche senza l’aggiunta del pomodorino, volendo a fine cottura si può aggiungere del peperoncino secco sbriciolato. In ogni caso è consigliabile consumare le olive calde, per assaporarne meglio il gusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *