Panzerotti

Panzerotti, una delizia salata che conquista chiunque al primo assaggio, ripieni di pomodoro e mozzarella, rigorosamente fritti. Uno tira l’altro! Fermo restando la stessa preparazione della pasta, si possono usare varie farciture. Una farcitura abbastanza corrente, ma meno tipica, prevede un ripieno fatto di carne di maiale tritata (soffritta o meno, a scelta), impastata con uova, formaggio parmigiano grattugiato, prezzemolo tritato e, eventualmente, pezzetti di mozzarella. Altra alternativa per la farcitura un impasto di ricotta, uova, pecorino grattugiato, prezzemolo tritato e pepe nero macinato. La ricetta tradizionale barese, la più semplice, vuole che siano  ripieni di mozzarella (piuttosto asciutta) e pomodori freschi spezzettati. Con un tocco di ricotta forte (detta in dialetto barese shkuanda).

INGREDIENTI per circa 20 panzerotti di media dimensione

  • 10 pomodori per salsa
  • 450 g di farina 0
  • 50 g di semola
  • 1/2 cubetto di lievito di birra (circa 12 g) o 30 g di lievito madre essiccato
  • 500 g di mozzarella
  • pecorino romano grattugiato q.b.
  • mezzo etto di ricotta forte
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva

Impastate la farina con acqua tiepida salata, nella quale si è fatto sciogliere il lievito. Far riposare la massa per mezz’ora, quindi stenderla e ricavarne tanti dischi uguali con un matterello (in mancanza potete usare una bottiglia o un bicchiere molto largo). Mentre la massa è in lievitazione, dovete pelare i pomodori e privarli dei semi. Dopo tagliateli a pezzetti e salateli. Fateli riposare per dieci minuti, in modo che venga fuori tutta l’acqua che scolerete. Ai pomodori aggiungete la mozzarella tagliata a dadini, il formaggio grattugiato e il pepe. Su ogni dischetto di pasta stendete un velo di ricotta forte,mettete successivamente un poco di ripieno, ripiegate poi la pasta formando una mezzaluna, avendo cura di premere bene sui bordi con le dita per chiuderli. Riscaldate abbondante olio in una padella e friggete i panzerotti pochi per volta, scolandoli man mano su carta assorbente. Serviteli caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *