Melanzane secche al sole

Dalla terra alla tavola. Per la preparazione delle melanzane secche si impiegano le melanzane a bacca cilindrica lunga, di colore violetto. Una volta essiccate, le fette di melanzana sono di colore bruno-violaceo, per consumarle occorre reidratarle. Vengono messe per alcuni minuti in acqua tiepida, poi si aggiunge la menta, l’aglio e l’olio extravergine di oliva. Le “melanzane alla poverella” vengono spesso utilizzate come antipasto o contorno.  L’utilizzo del sole per essiccare gli ortaggi è uno dei metodi più antichi per conservare il cibo. I cibi essiccati si conservano bene perché il loro contenuto di acqua è così basso che i microorganismi non vi possono proliferare. Per un prodotto di buona qualità, gli ortaggi devono essere preparati per l’essiccazione subito dopo la raccolta e non essere eccessivamente maturi. Per la preparazione delle melanzane secche, dopo il lavaggio, le DSC05832melanzane devono essere tagliate a fette longitudinali, salate e lasciate asciugare al sole fino a eliminare circa il 70% del loro contenuto in acqua. A questo punto vengono bagnate con aceto di vino e asciugate. Oltre che allo stato secco, possono essere conservate sott’olio. Una variante alle melanzane affettate longitudinalmente è quella di essiccare i frutti più piccoli interi, il cui taglio viene eseguito dopo l’essiccazione. Si spolverano di sale, si fanno bollire per qualche minuto in acqua salata, si scolano e si lasciano ad asciugare nuovamente al sole. In questa maniera si ritiene che la conservazione possa durare più a lungo.