Pomodoro da serbo (pummdor da ‘nzerta)

I pomodori da serbo vengono coltivati in piccoli appezzamenti di terra, sono più rari degli altri pomodori e hanno la caratteristica di durare sino alla primavera successiva alla loro raccolta. Esistono sia rossi che gialli, una volta raccolti a mano in cassetta, vengono legati con un filo a formare delle ghirlande, le “nzerte”, che successivamente sono appese sotto i porticati delle masserie o a soffitto in luoghi asciutti e ben aerati. I pomodori da serbo sono un prodotto di nicchia, vengono utilizzati per la preparazione di piatti tipici della tradizione culinaria contadina, dalla semplice “frisedda” condita con olio extra vergine, alle focacce, finanche alla realizzazione di primi e secondi piatti. Ricchi di vitamina C e antiossidanti, si consiglia di consumarli crudi o leggermente scottati. Il pomodoro da serbo, particolarmente pregiato quello giallo rosso di Crispiano (Ta), ha una buccia spessa, un elevato numero di semi, un sapore acidulo. La raccolta avviene scalarmente da luglio a settembre.